La voce del popolo, 1 ottobre 2020, pag. 39

LETTERE AL DIRETTORE

 

 

 

Il positivo esempio che arriva dalle chiese

 

di Maurilio Lovatti 

 

Caro Direttore,
La scorsa estate, purtroppo già terminata, mi è capitato di partecipare alla messa domenicale, oltre che a Brescia, in Liguria, Toscana, Veneto e a Roma. Ovunque, senza eccezione alcuna, ho potuto osservare come i fedeli rispettino con consapevolezza il distanziamento sociale e le norme di contenimento della pandemia, indossando correttamente la mascherina. Mi è sembrato un bel segno che i fedeli siano attenti agli altri e in particolare ai più fragili, direi ben più della media dei cittadini italiani, almeno a giudicare da ciò che si vede in giro e si legge sui giornali. E' un modo concreto di manifestare l'amore per il prossimo.
Non resta che auspicare che il medesimo positivo atteggiamento della comunità ecclesiale si manifesti anche, sempre più, nell'ambito della giustizia sociale, ad esempio nell'attenzione agli ultimi, nel pagare le tasse, nel rispettare il creato inquinando e sprecando il meno possibile. E' infatti necessaria una svolta verso un più consapevole impegno sociale per contrastare l'individualismo perché, come scrive il vescovo Pierantonio nell'ultima lettera pastorale, “ci stavamo abituando al grigiore di una vita guidata dal consumo e organizzata sul profitto” (n. 14).


Maurilio Lovatti

 

 

La voce del popolo, 1 ottobre 2020, pag. 39

 

indice degli articoli

Maurilio Lovatti home page

Maurilio Lovatti main list of papers