Franco Manni

 


LA CENSURA OGGI. Come il movimento Woke sta distruggendo la cultura

 (2022) 

 

 

Introduzione al convegno

Il 24 maggio 2022 a Brescia assieme al mio ex studente ed amico Adriano Bernasconi abbiamo organizzato un mini convegno sul tema del “WOKEISM” . Fenomeno che da circa sei anni investe sempre più fortemente il mondo anglofono e questo anno è arrivato a cambiare le carte in tavola anche nella cultura e società italiane.
Come per tante altre tematiche importanti , il giornalismo italiano è fortemente deficitario, e, su questo tema della WOKENESS/WOKEISM - almeno fino alla data del convegno e cioè il 24 Maggio 2022 - non aveva parlato affatto né sulla carta stampata, né alla radio, né alla televisione , né su internet.
Niente.
Quando noi abbiamo dato annuncio del convegno alla stampa locale bresciana e nazionale italiana, non abbiamo avuto alcuna risposta. La cosa più plateale è stato il totale silenzio della stampa locale , perché se io nel passato alcune volte ero riuscito ad avere annunciate e riportate alcune mie iniziative su “La Repubblica”, “Il Sole 24 Ore”, “Il Corriere della Sera”, “RAI2”, sulla stampa locale (“Bresciaoggi”, “Il Giornale di Brescia”, “Il Corriere di Brescia”, “Teletutto”, “Brescia Today”) ero SEMPRE riuscito ad avere trafiletti e anche ampi reportage ed interviste riguardo tutte le mie iniziative culturali, circa una trentina nell’arco di 28 anni: 3 convegni internazionali su Tolkien, un convegno con 22 relatori sul Comunismo (unico convegno su questo tema mai tenuto durante la Storia di Italia, sia nel Regno sia nella Repubblica) , un convegno sulla Storia Italiana del XX secolo con Sebastiano Vassalli , David Roberts, Saverio Cannistrà e Gianni Vattimo, uno sulla Storia del Fascismo con Nicola Tranfaglia, uno sulla rievocazione di Mani Pulite con ospite Antonio Di Pietro, vari sulla letteratura e sul cinema fantasy e sulla loro penetrazione nel sistema bibliotecari pubblico, uno sulla Nuova Teologia, la presentazione e il dibattito sul mio libro di Etica Filosofica, e , poi, ancora, su Tradizione e Tradizionalismo, su Liberismo e Liberalismo, su Cultura e Multiculturalità, sulla “riforma” scolastica di Berlinguer e i sui difetti con ospiti Lucio Russo e Antonio La Penna, sulle convention di gioco di ruolo e da tavolo, su Antonio Gramsci e la politica scolastica italiana successiva a Croce, e poi tante edizioni annuali di un intensa attività di Cineforum, etc. etc .
Tante iniziative e per tanti anni !
Mai – fino ad ora- sono stato censurato e, capirete, una trentina di iniziative lungo 28 anni cioè dal 1994 al 2022, in una cittadina medio piccola come Brescia ci dicono che certamente, e non per vaga ipotesi, le Direzioni e Redazioni di questi media locali mi conoscono, cioè conoscono certamente il nome di Franco Manni, e, diciamo, non mi odiano, se no, se mi odiassero, mi avrebbero boicottato anche nel passato e per tante volte, cosa che non hanno mai fatto, fino ad ora, per la prima volta.
Perché questa volta, proprio sul tema della CENSURA, hanno censurato una mia iniziativa?
Prima ipotesi di spiegazione: sarà stato a causa del tema stesso – la WOKENESS – tema che disturba e spaventa nella realtà reale? Voglio dire che - a parte le vuote chiacchiere - i nostri “eroici” giornalisti italiani non sono affatto eroici ma, al contrario, scendono continuamente a compromessi coi i vari Poteri (politico, istituzionale ed economico) che li assumono e riempiono la loro mangiatoia, ma che - in cambio - esigono censure ed omissioni sui temi che più disturbano i “manovratori”?
Seconda ipotesi di spiegazione: sarà perché, per essendo il loro (dei giornalisti) dovere e mestiere e presunta missione informare il pubblico sulle cose importanti che stanno accadendo nella società, essi però su questo tema (la WOKENESS) non lo avevano fatto neanche un pochino e allora, per un misto di invidia e di codardia, vogliono fare vedere che nessuno altro è capace di farlo e lo fa, e dunque, visto che di questo WOKEISM/WOKENESS non se ne parla – nessuno ne parla! - allora questo tema e problema non esiste e loro sono “scagionati” dal non saperne niente e dal non informare per niente il pubblico su esso?
Comunque il convegno è stato fatto , ed è stato anche pubblicizzato per quanto solo con i nostri piccoli mezzi e – facendo i conti - di persona nella sala sono venute 50 persone e 23 persone si sono collegate online (live) . Tutta la serata è stata registrata e messa come video su YouTube e - fino ad ora cioè fine luglio 2022 - tale video ha avuto 1.095 visioni.
Meglio poco piuttosto che il niente ed il silenzio…..

 

- Registrazione integrale del Convegno sulla WOKENESS

 

- Scaletta dell'intervento di Franco Manni 

 

- Testo della relazione di Adriano Bernasconi

 

- Sitografia - Videografia - Bibliografia sulle fonti

 

- Sette paradossi: stimolo per un'ulteriore ricerca

 

 

 

Franco Manni indice degli scritti

 

 

Maurilio Lovatti main list of online papers