Maurilio Lovatti 

 

 

Intervista alla presidente 

 

Il Cantiere, giugno 2018

 

A pochi mesi dalla scadenza del mandato del consiglio di quartiere abbiamo incontrato la presidente Stefania Baiguera Pasolini

Da quante persone è composto il consiglio?
Da sette consiglieri eletti a suffragio universale. Siamo operativi dal febbraio 2015.
Come avete iniziato?
Per prima cosa abbiamo organizzato un incontro tra tutte le associazioni. Non mi risultava che ci fosse mai stato un momento di confronto tra le diverse realtà attive – scuole, parrocchia, anziani, centro culturale islamico – per conoscersi. L’idea era di riuscire a creare una rete tra le associazioni per generare collaborazioni, studiare e realizzare dei progetti insieme, affinché il CdQ non fosse una cosa a sé, perché in tal caso sarebbe un po’ inutile.
Da questi incontri che cosa è scaturito?
Abbiamo costituito tre gruppi tematici coinvolgendo i residenti per creare quel clima di partecipazione che riteniamo debba essere tra i fondamenti dei CdQ: costruire iniziative e percorsi condivisi con chi ci ha eletti a rappresentarli. I temi riguardano viabilità e riqualificazione, aspetti socio-culturali e ambiente.
Partiamo dall'ambiente che è un tema scottante...
Purtroppo sì. Si è conclusa positivamente la bonifica delle scuole Calvino e Deledda e a breve partiranno i lavori sul parco adiacente quest’ultima contrassegnato col bollino rosso e quindi non utilizzabile. Abbiamo anche presentato un “progetto ambiente”, con l'aiuto del prof. Marco Torselli, che collabora con l'università di Piacenza, per alleggerire l’indice di inquinamento atmosferico attraverso la piantumazione, con alberi particolarmente adatti ad assorbire molta anidride carbonica e emettere ossigeno, lungo tutto il tratto della tangenziale sud che confina con il quartiere. Ma l’area va bonificata in toto e la prossima amministrazione dovrà farsene carico.
I problemi ambientali investono però un ambito molto più ampio del quartiere...
Infatti proprio per questo abbiamo costituito un coordinamento dei presidenti dei 7 CdQ della zona sud della città (oltre a Chiesanuova, Sereno, Fornaci, Don Bosco, Lamarmora, Folzano e Porta Cremona) per affrontare soprattutto il tema del grave inquinamento dell'aria (dovuto a traffico, emissioni industriali, inceneritore e centrale a carbone..) e solo nel corso del 2017 abbiamo promosso 4 assemblee per spiegare ai cittadini la grave emergenza e le proposte di intervento che il comune va prospettando.
Siete intervenuti anche sulla viabilità del quartiere?
Per la viabilità era già allo studio la riqualificazione di via Fura; abbiamo chiesto un intervento anche per via Roma, zona molto trafficata soprattutto d’inverno e nei fine settimana, a breve verrà istituita la Zona 30.

 

 

 

E per l’ambito socio-culturale?
Abbiamo organizzato la festa del quartiere, incontri e conferenze su temi specifici che hanno visto una buona partecipazione. A breve, il 26 maggio, verrà inaugurata in collaborazione con la scuola media Calvino la panchina rossa contro la violenza sulle donne. Il 23 giugno, nell'ambito della festa cittadina della musica, ci sarà un evento anche a Chiesanuova.
Qualche altra esperienza significativa?
Sono particolarmente orgogliosa di aver costituito, grazie alla collaborazione dell'Istituto Franchi, il consiglio dei ragazzi. Coinvolgere gli studenti delle medie, e quelli di quarta e quinta elementare, nei problemi sociali ed ambientali è un importante il momento educativo. Il 17 maggio abbiamo tenuto una riunione congiunta del CdQ con i rappresentanti dei ragazzi.
Per concludere, Paolo VI fin dalla Octogesima adveniens (1971) insisteva per un impegno alla responsabilità e alla partecipazione per trasformare la realtà sociale in vista del bene comune. Anche papa Francesco, con la Laudato Sì ha ripreso questi temi. Secondo te cosa può fare la parrocchia per attuare questi insegnamenti?
Secondo me potrebbe creare più occasioni di confronto con le altre realtà del quartiere, come le associazioni, la scuola o il centro culturale islamico, e anche dei momenti di condivisione, per costruire percorsi comuni volti a migliorare la vita sociale del nostro territorio.

 

 

 

 

 

COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DI QUARTIERE

 

Stefania Baiguera, presidente; Daniele Bonera, Zouhair El Youbi, Jabran Fazal, Fabio Frangiamore, Riccardo Tavelli, e Elena Savoldi consiglieri.

 

 

 

 

 

Il Cantiere,  giugno 2018, pag. 12-13

 

 

 

 

indice degli articoli

Maurilio Lovatti home page

Maurilio Lovatti main list of papers